Come potete notare gli argomenti Investimenti e Risparmio sono distinti e questo per separare le azioni di accumulo di ricchezza con il Risparmio e la gestione di una ricchezza già in essere come appunto l’Investimento.

Le strategie e gli approcci per le due attività sono infatti diversi come anche gli obbiettivi tanto da sentire di dover separare i due argomenti.

Il risparmio in particolare si collega ad uno strumento che ritengo importantissimo per un risparmiatore e che si chiama Piano di Accumulo Capitale, il cosiddetto PAC.

Questo approccio, che predilige il lungo periodo, si parla anche di 10 anni e oltre, ha in sé molti vantaggi e pochi lati negativi, vediamoli insieme:

  • Non costringe il risparmiatore a valutare se il momento di entrata sul mercato è propizio oppure no
  • Consente, grazie anche al tempo mediamente lungo, di approcciare mercati che in altro modo sarebbero considerati “rischiosi” ma che con questo metodo diventano più accessibili
  • Toglie l’elemento pericoloso (il più pericoloso) che è l’emotività del risparmiatore lasciando lavorare il mercato e le oscillazioni a favore di sicurezza e rendimento
  • Sfrutta il Dollar Cost Averaging (abbassamento del costo medio) ovvero consente di acquistare a prezzi più bassi nei momenti difficili di mercato per ottenere di più nei momenti favorevoli
  • E’ accessibile a tutti perché può essere costruito con la cifra che ognuno può tranquillamente accantonare
  • Il lato negativo può essere che si deve prestare attenzione ai costi che non devono essere eccessivi per non inficiare eccessivamente il rendimento
  • Se affiancati da un consulente può diventare una strategia di incremento dei rendimenti con opportuni aggiuntivi nei momenti di sconto dei mercati
  • Consente, con un’opportuna pianificazione, di programmare un obbiettivo e raggiungerlo

 

Nella mia lunga esperienza di consulente non ho mai visto uno strumento più soddisfacente per i miei clienti come il Piano di Accumulo non solo per i rendimenti ottenuti ma anche per il semplice fatto che si trovano un capitale a disposizione che altrimenti semplicemente non avrebbero e in alcuni casi della vita, matrimonio, casa, studio dei figli, eventi improvvisi, acquisti urgenti non programmati, ecc. avere o non avere quel capitale accantonato fa la differenza tra una vita serena o un momento di sconforto.

Come dico qualche volta con ironia: “Dovrebbero renderlo obbligatorio per legge”.

Open chat
1
Mandami un messaggio
Powered by